banner

Blacaman

  • 11
  •  
  •  
  •  

Un’altra storia davvero stupefacente è quella di Pietro Aversa, fachiro e ipnotizzatore, conosciutissimo col nome d’arte di Blacaman. Nato a Castrovillari (Cs) all’inizio del secolo scorso, girò mezzo mondo con la sua particolare arte circense, comparendo anche nel film You can’t cheat an honest man nel ruolo di sé stesso. È stato un vero e proprio uomo di spettacolo, si trovano diversi articoli dell’epoca e più recenti, che descrivono le sue straordinarie doti di funambolo e mago. Si stabilì in Venezuela, dove sposò una donna italiana, Teresa; ha ispirato anche un racconto dello scrittore Gabriel García Marquez dal titolo Blacaman el bueno, vendedor de milagros. Di questo bizzarro fachiro calabrese si parla più all’estero che da noi, ovviamente, il cognome della madre pare fosse Schettini. La sua acconciatura è diventata addirittura protagonista di un modo di dire per indicare chi non usa molto pettine e rasoio: sembri Blacaman, il nomignolo altro poi non è che la storpiatura di “black man”. Il personaggio è leggendario anche nella biografia, ricca di spostamenti e storie difficili da verificare, ma è poi così importante sapere tutta la verità quando si parla di un tipo così?

 

IDENTIKIT

Nome: Pietro
Cognome: Aversa
Nome d’arte: Blacaman
Nazionalità: Italiana
Nato a: Castrovillari (CS)
Il: 23 febbraio 1902
Web: www.itacatabloid.it/calabria-nel-mondo-ierioggi/blacaman

 


Provincia:
Categorie:
Attori · Extra
Like:
2

Post recenti

Articoli correlati


Post Popolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.