I Bruzi

By LW, 09/12/2013

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

La Calabria ha avuto i suoi gruppi beat negli anni Sessanta e una band abbastanza conosciuta era quella de I Bruzi, da Lamezia Terme, anzi da Nicastro all’epoca della loro formazione. Nel 1966, dopo la classica gavetta fatta di concerti in piazza e cambi di line up, firmarono con l’Ariston Records per la quale uscirono i loro primi 45 giri. Come molte band del periodo, si dedicarono anche alle cover dei gruppi stranieri, “italianizzandole”; tra i primi successi, troviamo Massachusetts ed Ero l’attendente del kaiser che basta ascoltare un attimo per avere la sensazione di conoscerle già. Le notizie sul web, dagli anni Settanta in poi, si fanno un po’ confuse: cambiarono genere e nome in Occhididio, collaborarono con Alberto Testa e poi il solo Renda fondò l’Accademia Bruzia. Tra i componenti c’erano, appunto, Eugenio Renda (batteria, voce), Elio Giovinazzo (basso, voce), Carlo Dell’Agli (già chitarrista di Mimi Berté), Salvatore Colloca (tromba, tastiere), Filippo Calipari (chitarra fino al 1966), Ermanno Guzzi (tastiere fino al 1963) Bonaventura “Benny” Anania (voce fino al 1966). Ascoltiamo La magia, canzone del 1970 uscita per la Variety, dall’andatura molto allegra… “prendiamo l’aeroplano e non torniamo più, un mare di follia”. Se ne sapete di più sul mondo dei Bruzi, questo è il posto giusto per dire la vostra, soprattutto i lettori più grandi.

 

IDENTIKIT

i_bruzi2Nome: I Bruzi
Altri nomi: Accademia Bruzia, Gli Occhididio
Genere: Beat
Nazione: Italia
Nato a: Lamezia Terme, Nicastro (CZ)
Nel: 1961
Etichette: Ariston, Variety
Web:  it.wikipedia.org/wiki/I_Bruzi

 

i_bruzi3i_bruzi4