Fabio Mollo

By LW, 27/04/2017

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Anche del giovane regista reggino Fabio Mollo si era già scritto, soprattutto per il primo film Il sud è niente, premiato un po’ ovunque e con l’attore Vinicio Marchioni tra i protagonisti. La sua seconda pellicola lunga Il padre d’Italia ha confermato e superato le aspettative, così il regista si è affermato con una manciata di lavori come uno dei migliori emergenti italiani. Nato e cresciuto a Reggio Calabria, città che appare prepotentemente nei suoi lavori, al quartiere Gebbione per l’esattezza, dopo aver studiato a Londra ha cominciato con i primi corti come Troppo vento e i premiati Al buio e Giganti. In tutti questi lavori ha collaborato con la sceneggiatrice Josella Porto, inoltre è stato assistente alla regia di alcuni film tra i quali Alza la testa e Boris. Dopo Il sud è niente, diversi i riferimenti al “reggino” anche ne Il padre d’Italia tra Rosarno, Gioia Tauro, lo stesso capoluogo di provincia e le canzoni di Loredana Berté. Ha dichiarato giustamente in un’intervista: “Sono molto legato alla Calabria e ho fatto diverse cose. Oggi, però, mi reputo un cittadino del mondo”; vediamo il trailer del suo lavoro con gli attori Luca Marinelli e Isabella Ragonese.

 

IDENTIKIT

Nome: Fabio
Cognome: Mollo
Nazionalità:
Italiano
Nato a:
Reggio Calabria
Il: 27 aprile 1980
Web: www.fabiomollo.com