banner

Tony Gaudio

  • 36
  •  
  •  

Mauro Fiore non è l’unico direttore della fotografia calabrese ad aver vinto l’Oscar. Più di settant’anni prima l’aveva preceduto Tony Gaudio, nato a Cosenza, premiato per il suo lavoro nel film Avorio Nero (titolo originale: Anthony Adverse). La fotografia era la passione e il mestiere di famiglia, il padre e anche i suoi due fratelli erano nell’ambito; con il più giovane, Eugenio, stabilì un sodalizio artistico ed emigrò negli States nel 1906 per lavorare in alcuni studi di New York e poi nell’industria del cinema. Numerosissimi i film cui ha partecipato, comprese undici pellicole con protagonista Bette Davis, della quale era il direttore della fotografia preferito. È stato tra i fautori di una certa estetica cinematografica almeno fino agli anni Quaranta e fu nominato ben sei volte per la vittoria della statuetta d’oro, ottenuta appunto nel 1937. Gaudio è conosciuto anche per essere stato il primo a creare una sequenza di montaggio, inoltre fu membro dell’American society of cinematographers e ne fu presidente per due anni. Ha anche girato un paio di film come regista nel 1925: Sealed lips e The price of success. In italiano gli altri titoli per i quali è stato nominato all’Oscar: Gli angeli dell’inferno, Il conquistatore del Messico, Ombre malesi, Corvette K-225 e L’eterna armonia oltre ad Avorio nero di cui vediamo il trailer.

 

IDENTIKIT

tony_gaudio2Nome: Tony
Cognome: Gaudio
Nome di battesimo: Gaetano Antonio Gaudio
Altri nomi: Antonio Gaudio, Gaetano Gaudio, Tony G. Gaudio
Nazionalità: Italiana (statunitense)
Nato a: Cosenza
Il: 20 novembre 1883
Web: it.wikipedia.org/wiki/Tony_Gaudio

 

tony_gaudio3tony_gaudio4


Provincia:
Categorie:
Direttori della Fotografia · Registi
Like:
2

Post recenti

Articoli correlati


Post Popolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.